Amministrazione
 

Portale del Comune di Penna Sant'Andrea

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Amministrazione

Amministrazione

E-mail Stampa PDF

_Amministrazione Comunale ______________

 

Gli organi politici che amministrno ill Comune sono il Sindaco, la Giunta e il Consiglio Comunale.



Il Sindaco è l'organo monocratico posto al vertice del Comune; è a capo dell'Amministrazione Comunale, è eletto direttamente dai cittadini e resta in carica cinque anni.

 

La Giunta è un organo collegiale composto dal sindaco, che ne è anche presidente, e da un numero di assessori, stabilito dallo statuto comunale, che non deve essere superiore a un terzo (arrotondato) del numero dei consiglieri comunali (computando a tale fine anche il sindaco) e comunque non superiore a dodici(art. 47 del d. lgs. 267/2000, come modificato dall'articolo 2 - comma 23 della Legge 244/2007).

Secondo l'art. 47 del d. lgs. 267/2000 gli assessori sono nominati dal sindaco fra i cittadini in possesso dei requisiti di candidabilità, eleggibilità e compatibilità alla carica di consigliere. Nei comuni con popolazione pari o superiore a 15.000 abitanti gli assessori sono nominati anche al di fuori dei componenti del consiglio, tuttavia, poiché secondo l'art. 64 del d. lgs. 267/2000 in questi comuni la carica di assessore è incompatibile con quella di consigliere, chi è stato nominato assessore cessa dalla carica di consigliere all'atto dell'accettazione della nomina. Nei comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti gli assessori sono nominati all'interno del consiglio comunale, salvo che lo statuto preveda la possibilità di nominarli anche al di fuori; in questo caso non esiste alcuna incompatibilità tra la carica di assessore e quella di consigliere (art.64 c.3 d.lgs 267/2000). Il sindaco ha, secondo la legge, la più ampia discrezionalità nella nomina e revoca degli assessori; nella pratica, però, deve tenere conto delle indicazioni delle forze politiche che lo sostengono e, nel caso di coalizione, ponderare la presenza in giunta delle stesse.

Secondo l'art. 48 del d. lgs. 267/2000 la giunta collabora con il sindaco nel governo del comune ed opera attraverso deliberazioni collegiali. La giunta compie tutti gli atti rientranti nelle funzioni degli organi di governo, che non siano riservati dalla legge al consiglio e che non ricadano nelle competenze, previste dalle leggi o dallo statuto, del sindaco o degli organi di decentramento; collabora con il sindaco nell'attuazione degli indirizzi generali del consiglio; riferisce annualmente al consiglio sulla propria attività e svolge attività propositive e di impulso nei confronti dello stesso; adotta i regolamenti sull'ordinamento degli uffici e dei servizi, nel rispetto dei criteri generali stabiliti dal consiglio.

Ciascun assessore riceve, di norma, una o più deleghe relative a settori specifici dell'azione amministrativa comunale. Talvolta il sindaco conferisce a membri del consiglio comunale (i cosiddetti consiglieri delegati) incarichi di collaborazione in ambiti specifici, sicché questi vengono a configurarsi come una sorta di assessori "esterni", sebbene tale prassi sia da molti ritenuta in contrasto con l'attuale impianto normativo in materia di organi degli enti locali.

 

Il Consiglio comunale è composto dal Sindaco e da un numero variabile di consiglieri (in questo caso 12), in funzione del numero di abitanti del Comune.

La durata del mandato è di 5 anni. Le modalità di elezione differiscono secondo la grandezza del Comune. Nei Comuni con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti è eletto sindaco il candidato alla carica che ottiene il maggior numero di voti, nel caso in cui il candidato sindaco più votato sia supportato da più liste, 2/3 dei seggi sono assegnati alla lista più votata (8 nel caso di comuni con 12 consiglieri assegnati e 11 nel caso di 16 consiglieri da eleggere). I seggi attribuiti alle liste battute sono assegnati proporzionalmente con il metodo D'Hondt o della media più alta.

Nei Comuni più grandi è previsto il ballottaggio tra i due candidati più votati qualora nessun candidato abbia raggiunto al primo turno la maggioranza assoluta dei voti validi. Al gruppo di liste collegate al candidato sindaco eletto sono attribuiti il 60% dei seggi assegnati al Comune; ai gruppi di liste collegati a candidati sindaci 'perdenti' è attribuito il residuo 40% dei seggi, purché detti gruppi abbiano superato uno sbarramento del 3%. È ammesso un ulteriore collegamento tra liste e candidati tra il primo e il secondo turno (il cosiddetto apparentamento).

Per gravi motivi il Consiglio può essere sciolto con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministero dell'Interno prima della scadenza naturale del mandato. In tal caso anche il sindaco e la giunta comunale decadono e sono sostituiti da un commissario.

Il Consiglio comunale è l'organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo del comune.

Le materie di competenza del Consiglio sono definite dalla legge. Tra le principali ci sono lo statuto dell'ente, il bilancio, il conto consuntivo, il piano urbanistico comunale, il piano delle opere pubbliche e le convenzioni tra gli enti locali.

Al Consiglio comunale il Sindaco sentita la Giunta presenta il "Documento programmatico di legislatura" che ha sostituito il ben più generico documento contenente gli indirizzi generali di governo. art. 46 comma 3 che ha modificato l'art. 16, L. 81/1993. In questa fase il Consiglio prende atto del programma che intende realizzare il Sindaco. con l'introduzione di questa norma contenuta nel testo unico D.Lgs. 267/2000, il legislatore non chiama più il Consiglio ad approvare programma sindacale.

I consigli comunali sono presieduti da un presidente eletto tra i consiglieri alla prima seduta.

Le sedute possono essere ordinarie, cioè quelle nelle quali sono iscritte le proposte di deliberazioni relative all'approvazione delle linee programmatiche di governo, del bilancio di previsione annuale e pluriennale e del rendiconto di gestione. Sono straordinarie le altre. Possono essere pubbliche oppure segrete (cioè senza pubblico) quando gli argomenti trattati possono ledere la riservatezza delle persone.

Il voto dei consiglieri comunali di regola è palese. È segreto nel caso in cui coinvolga persone.

 

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

SUAP

Valle delle Abazie

Comunicati Stampa

- 1706 - Riapertura chiesa trinita
- 1706 - Riapertura ex strada provinciale
- 1705 - mostra mercato
- 1705 - corso defibrillatore
- 1704 - Primi passi verso la normalità
- 1703 - Allargamento cratere sismico
- 1703 - Riapertura SS 81
- 1702 - Rischio crollo torre
- 1702 - Continua l'emergenza
- 1702 - Emergenza neve
- 1612 - Calendario eventi natalizi
- 1611 - Situazione post sisma
- 1611 - Referendum
- 1611 - Manutenzione marciapiedi
- 1610 - Verifiche sisma
- 1610 - Sicurezza stradale
- 1609 - Lavori scuola val vomano
- 1608 - Sisma 24.08
- 1607 - Folklore
- 1607 - Area ludica
- 1607 - Calendario estate 2016
- 1606 - Il punto del biennio
- 1605 - Area parcheggio
- 1604 - Festa dell'albero
- 1603 - Palestra comunale
- 1602 - Consegna onoreficenza
- 1602 - Sicurezza urbana
- 1601 - Raccolta differenziata
- 1601 - Dimensionamento scolastico
- 1512 - Lavori salita torre
- 1512 - Strade provinciali
- 1512 - Interventi di manutenzione
- 1512 - Eventi Natale
- 1511 - Strada Provinciale Vomano-Fino
- 1510 - Area ludica
- 1509 - Bilancio di previsione
- 1509 - Riqualificazione scuola
- 1508 - Capsano
- 1508 - Culture di passaggio
- 1507 - Bilancio
- 1507 - Folklore
- 1507 - Manifestazioni estive
- 1507 - Buoni lavoro
- 1506 - Festa Patronale
- 1506 - Corso per l’utilizzo del defibrillatore.pdf
- 1505 - Primo anno di insediamento
- 1505 - Expo 2015
- 1504 - Corso micologia
- 1504 - Festa dell'albero
- 1504 - Fondi per riqualificazione centro sportivo
- 1504 - Riapertura al culto chiesa Santa Giusta
- 1503 - PIT
- 1503 - Stato calamità
- 1502 - Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020
- 1501 - Raccolta differenziata
- 1412 - Natale 2014
- 1411 - Moti Carbonari
- 1411 - Aliquota TASI
- 1410 - Primi cinque mesi di mandato
- 1409 - Riqualificazione Val Vomano
- 1408 - Culture di passaggio
- 1407 - Ripristino viabilità ss81
- 1406 - Nuova giunta

Unione dei Comuni

ARCHIVIO STORICO

Statistiche

OS : Windows
PHP : 5.5.11
MySQL : 5.5.46-37.6-log
Ora : 03:25
Caching : Disattivato
GZIP : Disattivato
Utenti : 5
Contenuti : 307
Link web : 2
Tot. visite contenuti : 294306